×
5 places to visit in Florence

5 luoghi da visitare assolutamente a Firenze quando torneremo alla normalità

Qual è la prima cosa che vorresti fare al termine della quarantena? Crediamo che molti daranno la stessa risposta: viaggiare, quindi non potremmo fare a meno di suggerire che la tua prima destinazione quando la vita tornerà alla normalità sia la nostra amata Firenze. Per aiutarti a pianificare il “viaggio di riconquista della libertà”, abbiamo elencato 5 luoghi da visitare assolutamente a Firenze.

Duomo – Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Il Duomo fu iniziato nel 1296 da Arnolfo di Cambio per conto della Repubblica Fiorentina. Alla morte di Arnolfo nel 1303, Giotto proseguì i lavori fino alla sua morte, avvenuta nel 1337. Successivamente la costruzione fu interrotta e ricominciata dal Talenti e dal Brunelleschi. Infatti, solo nel 1436 Papa Eugenio IV consacrò la Cattedrale con una solenne cerimonia dedicata a S. Maria del Fiore.

Puoi trovare le statue di questo architetto fuori a destra della cattedrale. L’esterno è ricoperto da un mix decorativo di marmo rosa, bianco e verde. L’interno, al contrario, è piuttosto semplice, dove i pavimenti a mosaico sono il biglietto da visita. La più grande opera d’arte all’interno della cattedrale sono gli affreschi del Giudizio Universale di Giorgio Vasari (1572-9): sono stati progettati dal Vasari ma dipinti principalmente dal suo allievo meno talentuoso Frederico Zuccari nel 1579.

Ponte Vecchio

Collega il nord e il sud di Firenze ma soprattutto è un simbolo della bellezza e della forza della città. Ponte Vecchio, il ponte più antico della città – motivo per cui è chiamato così – fu l’unico ad attraversare l’Arno fino al 1218. Distrutto dall’alluvione del 1345, fu ricostruito ed ha resistito, contro ogni previsione, addirittura alla Seconda Guerra Mondiale.

Ponte Vecchio ha ospitato negozi di ogni genere dal 13° secolo, tra cui i “beccai”, gli antichi macellai e i fruttivendoli, perché potevano scaricare i loro rifiuti direttamente nell’Arno. Ma non era abbastanza elegante per Ferdinando I –  che certamente non ne godeva il profumo – quindi nel 1593 decretò che solo gli orafi e i gioiellieri potevano avere i loro negozi sul ponte, al fine di migliorare il benessere di tutti.

Via Tornabuoni

Via Tornabuoni, la strada più fashion di Firenze, colleziona i migliori marchi di lusso, come Gucci, Salvatore Ferragamo, Ermenegildo Zegna, Tiffany, Montblanc, Giorgio Armani, Dior, tra gli altri. È anche dove troverai l’Antica Torre Tornabuoni, sicuramente uno dei luoghi più esclusivi in cui soggiornare a Firenze. A pochi passi da Ponte Santa Trinita, Ponte Vecchio, il Duomo e dalla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, il palazzo prende il nome da una famiglia nobile fiorentina (scomparsa nel 17 ° secolo) e conserva i palazzi rinascimentali come Palazzo Gianfigliazzi – l’edificio dell’Antica Torre -, il Palazzo Antinori (1461-1469), di proprietà dell’aristocratica famiglia Antinori (nota per la produzione di vino) dal 1506 e la chiesa di San Michele e Gaetano del XVII secolo.

Oltrarno

Considerato da The Lonely Planet come il quartiere più cool del mondo, San Frediano ha portato un nuovo spirito nella zona di Oltrarno, con locali nuovi, moderni e contemporanei, ma senza perdere la sua essenza. Sul versante meridionale dell’Arno di Firenze, lontano dalla folla di turisti che invadono le attrazioni dall’altra parte del fiume, San Frediano offre la più genuina esperienza fiorentina. Strade strette e piccoli marciapiedi, piccole botteghe artigiane e bar locali, sapientemente mescolati con i più recenti pub e ristoranti, creano un’atmosfera da villaggio dove si può quasi assaporare la Firenze del passato arricchita dalla freschezza dei giovani che la frequentano.

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria è il centro della vita politica di Firenze, dove tutti gli eventi politici della città hanno avuto luogo dal 14° secolo. Tutto ebbe inizio nel 1299, quando Palazzo Vecchio fu progettato da Arnofo di Cambio per fungere da fortezza, per proteggere la Signoria da manifestazioni popolari e rivolte, e iniziò a essere eretto. Nel 1314, fu completato con la sua architettura in stile gotico e una torre elegante, slanciata e merlata alta 94 metri. Palazzo Vecchio è collegato a Palazzo Pitti dal Corridoio Vasariano, un passaggio chiuso sopraelevato costruito da Giorgio Vasari nel 1565 sotto Cosimo I de ‘Medici, al fine di consentire ai Granduchi di spostarsi liberamente e in sicurezza dalla loro residenza al palazzo del governo e viceversa.

C’è anche una galleria di sculture a cielo aperto, chiamata Loggia dei Lanzi, che offre un’esperienza meravigliosa, sia per la sua architettura – i suoi archi curvi predicono il classicismo rinascimentale – sia per le sue opere d’arte. E, naturalmente, la riproduzione del David di Michelangelo e la Fontana di Nettuno, di Ammannati.

 

Se desideri altri suggerimenti su cosa visitare nel tuo prossimo viaggio a Firenze, scarica la nostra FREE GUIDE.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*